L’importanza dell’alimentazione per il benessere psichico

Siamo ciò che mangiamo. Le ultime scoperte della psicologia e delle neuroscienze hanno dimostrato che la nostra alimentazione influisce sul nostro comportamento, condizionando i nostri pensieri e le nostre emozioni. Le nostre scelte gastronomiche hanno quindi ripercussioni importanti non solo sullo stile di vita che conduciamo, ma anche sulla nostra personalità. Per fare un esempio, è stato dimostrato che il consumo di carne stimola la produzione nell’organismo della tirosina, ovvero l’amminoacido che determina la produzione di dopamina e adrenalina, i neurotrasmettitori che sono la causa del comportamento aggressivo, per cui una persona che basa la sua dieta su un alto consumo di carne sarà probabilmente maggiormente predisposto all’aggressività, all’ira ed atteggiamenti violenti.
Allo stesso tempo è stato dimostrato che la serotonina influenza uno stato d’animo caratterizzato da serenità e gioia, per cui il consumo di alimenti come il cacao che permettono la produzione di questo neurotrasmettitore inciderebbe sul benessere psicofisico di un individuo.

Quindi i nostri stati emotivi non dipendono solo dalla nostra storia, dall’inconscio e dal mondo interiore, ma anche gli elementi esteriori e materiali come il cibo hanno un’influenza importante sul nostro comportamento e sul benessere. Se si vuole cominciare un cambiamento interiore per garantirci serenità, controllo delle emozioni e felicità è dunque necessario non trascurare questi aspetti e iniziare un percorso di consapevolezza che comporti una maggiore presenza a noi stessi anche in merito agli aspetti legati all’alimentazione.

Psicologia , ,

Informazioni su Arsenio

Arsenio Siani nasce a Sarno (SA) il 29/9/1982. Di animo sensibile e introverso, da sempre assetato di conoscenza, studioso, nel tempo libero, di filosofia e religione, nel 2009 si converte al Buddismo aderendo all'istituto buddista italiano Soka Gakkai, con cui inizierà un percorso di autoconoscenza e di sviluppo di consapevolezza sulla vita e sull'uomo. Questo percorso lo porterà ad intraprendere studi di psicologia che lo porteranno a conseguire il diploma in counseling e coaching e a intraprendere la carriera come counselor. Nel 2012 decide di dedicarsi alla scrittura e dopo circa un anno vede la luce il suo primo romanzo, "Roba degli altri mondi", primo volume della trilogia Fantasy “I Maestri”, pubblicato dalla casa editrice Officine Editoriali. Scrive anche racconti con cui partecipa a diversi concorsi letterari, ottenendo riconoscimenti e segnalazioni. Nel novembre 2013 il suo racconto "Calzini" si classifica al primo posto nella sezione “Racconti” alla decima edizione del "Cahieurs du trosky Cafè". Nel 2014 “Roba degli altri mondi” riceve la menzione d’onore da parte della giuria al concorso letterario “Penna d’autore” e nel luglio dello stesso anno la sua raccolta di racconti "Ogni cosa è connessa" viene segnalata al concorso letterario "Narrando per passione".Nel 2015 pubblica, sempre per i tipi di Officine Editoriali, “Il prezzo della conoscenza”, secondo volume della trilogia “I Maestri”. Inoltre per la Eretica edizioni pubblica la raccolta di racconti "Frammenti". Altre sue grandi passioni, il disegno e la fotografia per i quali manifesta particolare sensibilità e trasporto.

Precedente L'importanza della "forza" nella vita quotidiana Successivo Come affrontare le dipendenze: alcolismo e droga